STORIA

Casalnuovo del Duca era l'antico nome di Frascineto, paese in cui ha sede l'azienda. L'antico borgo venne chiamato Casalnuovo del Duca perché ricostruito dopo le sanguinose guerre tra Angioini ed Aragonesi e apparteneva alla famiglia Spinelli, duchi di Castrovillari.
L'Azienda Agricola Casalnuovo del Duca, ha una estensione complessiva di 20 ettari coltivati a vigneti, uliveti e agrumeti. Essa pur rappresentando una realtà vitivinicola moderna affonda le sue radici nel passato.
Infatti, la famiglia Spata - Armentano, proprietaria dell'azienda, vanta antiche tradizioni nel settore della produzione vitivinicola. Prova ne è la vecchia cantina di famiglia nel centro storico di Frascineto e l'antico "Palmeto" dove, fino all'ultimo ventennio dell'ottocento, l'uva veniva pigiata con i piedi e poi pressata in un antichissimo torchio artigianale costruito interamente in legno, oggi custodito nel piccolo museo aziendale. Il mosto, in seguito, dal "Palmeto" adiacente al vigneto, veniva trasportato in cantina con i barili a dorso di asino e fatto fermentare in grandi botti di legno di castagno o di rovere.

Nel 2006 l'azienda inizia un articolato "Progetto Qualità" attraverso la scommessa su un territorio collinare vocato da sempre alla viticoltura e dal quale, con un lavoro intenso, con l'esperienza si potevano ottenere uve di straordinaria qualità. La loro oculata selezione ha portato alla nascita del marchio Casalnuovo del Duca.